Contattaci

Compila con i tuoi dati tutti i campi del form che trovi in questa pagina e sarai richiamato da un nostro consulente che ti fornirà maggiori informazioni sulle offerte che ti interessano e, se lo desideri, ti aiuterà ad aderire all'offerta.

Potrai inoltre essere sempre aggiornato sulle novità di Attiva Energia.

Il tuo nome*

Il tuo cognome*

La tua email*

Il tuo Comune*

Numero di telefono*

Inserisci la tua richiesta

Acconsento al trattamento dei dati personali.

SMS Alert

Compila con i tuoi dati tutti i campi del form che trovi in questa pagina.

Il tuo nome*

Il tuo cognome*

La tua email*

Il tuo Comune*

Numero Cliente*

Numero di telefono*

Acconsento al trattamento dei dati personali.

Normativa di settore

normative

  • Assicurazione clienti finali
  • Sicurezza post contatore
  • Sicuro gas
  • Bolletta 2.0
Delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico n. 191/2013/R/gas e successive modifiche e integrazioni.

Chiunque usi, anche occasionalmente, gas metano o altro tipo di gas fornito tramite reti di distribuzione urbana o reti di trasporto, beneficia in via automatica di una copertura assicurativa contro gli incidenti da gas, ai sensi della deliberazione 191/2013/R/gas dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

La copertura assicurativa è valida su tutto il territorio nazionale; da essa sono esclusi:

  • i clienti finali di gas metano diversi dai clienti domestici o condominiali domestici e dai soggetti che svolgono attività di servizio pubblico, caratterizzati da un consumo annuo superiore a 200.000 metri cubi alle condizioni standard;
  • i consumatori di gas metano per autotrazione.

Le garanzie prestate riguardano: la responsabilità civile nei confronti di terzi, gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine negli impianti e negli apparecchi a valle del punto di consegna del gas (a valle del contatore). L’assicurazione è stipulata dal CIG (Comitato Italiano Gas) per conto dei clienti finali.

Per ulteriori dettagli in merito alla copertura assicurativa e alla modulistica da utilizzare per la denuncia di un eventuale sinistro si può contattare lo Sportello per il consumatore di energia al numero verde 800.166.654 o con le modalità indicate nel sito internet www.autorita.energia.it.

Le informazioni sullo stato delle pratiche aperte possono essere richieste al numero verde 800.929.286, a mezzo di posta elettronica all’indirizzo assigas@cig.it o fax al numero 02.52037621.

Allegati:

Procedure di analisi sulla sicurezza per gli impianti interni di utenza alimentati a gas.

La Delibera 40/14 dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il servizio idrico prevede l’obbligo di accertamento documentale della sicurezza per gli impianti interni di utenza alimentati a gas per mezzo di reti e le procedure necessarie per l’attivazione della fornitura, fermo restando quanto previsto da altre leggi e norme tecniche vigenti.

La delibera si applica a tutti gli impianti interni di utenza alimentati a gas per mezzo di reti con esclusione di quelli destinati a servire cicli produttivi industriali o artigianali.

L’inizio della erogazione del gas è subordinato all’esito positivo dell’accertamento di conformità della documentazione di sicurezza attestante la rispondenza dell’impianto di utenza alle vigenti disposizioni.

La modulistica deve essere compilata e sottoscritta dal cliente e dall’installatore, ciascuno per le parti di propria competenza e trasmessa alla società di distribuzione.

Il cliente finale dovrà consegnare al distributore i moduli H e I che troverà di seguito, debitamente compilati e firmati.

L’accertamento è di competenza delle società di distribuzione, tenuta all’obbligo di subordinare l’inizio dell’erogazione del gas all’esito positivo dell’accertamento della documentazione che attesti, nel rispetto della normativa vigente, la corretta esecuzione dell’impianto.

Di seguito gli allegati in cui è descritta procedura per l’attivazione della fornitura di gas per un nuovo impianto* ovvero per l’attivazione o riattivazione della fornitura di gas per impianti modificati** o trasformati***:

* Impianto di utenza nuovo: è l’impianto di utenza di nuova installazione;

** Impianto di utenza modificato: è l’impianto di utenza in servizio sul quale sono state eseguite operazioni di ampliamento o manutenzione straordinaria che hanno comportato la temporanea sospensione della fornitura di gas;

*** Impianto di utenza trasformato: è l’impianto di utenza precedentemente alimentato con altro tipo di gas.

Delibera:

Allegati:

  • Allegato F Allegato informativo per richieste di preventivazione di lavori pervenute al venditore
  • Allegato G Procedura per l’attivazione o riattivazione della fornitura gas

Il cliente finale dovrà consegnare al distributore i seguenti moduli (H e I) debitamente compilati e firmati:

  • Allegato H Il cliente deve compilare le informazioni richieste nel modulo, sottoscriverlo e consegnarlo al distributore per confermare la richiesta di attivazione della fornitura gas
  • Allegato I Il cliente deve consegnare il modulo all’installatore, che lo restituirà compilato, timbrato e firmato insieme alla documentazione tecnica elencata nello stesso, corrispondente agli “Allegati obbligatori alla dichiarazione di conformità”.

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile – in collaborazione con Assogasliquidi e Comitato Italiano Gas (CIG) è fortemente impegnato nella prevenzione degli incidenti da gas combustibili, anche diffondendo la cultura della sicurezza.

Allo scopo di fornire ai nostri clienti informazioni utili per l’impiego del gas naturale in sicurezza, si invita a prendere visione dell’opuscolo allegato.

Nell’opuscolo sono riportate informazioni di carattere generale relative ad avvertenze specifiche per le diverse tipologie di utilizzo che, comunque, non devono essere intese come sostitutive dei testi legislativi e normativi ufficiali, cui ogni utente deve attenersi scrupolosamente ed integralmente.

“La sicurezza è una buona abitudine”

Informazioni di sicurezza e antincendio per gli utenti di gas naturale e GPL

BENVENUTA BOLLETTA 2.0. SEMPLICE E TRASPARENTE

L’Autorità per l’energia ha approvato la riforma della bolletta 2.0: si tratta di una novità che a partire dal 2016 riguarda famiglie e piccole imprese.

Cosa cambia?


La Bolletta 2.0 sarà caratterizzata da un layout più semplice, snello, per renderla più chiara, moderna e comprensibile. A questo scopo comprenderà in un solo foglio tutti gli elementi essenziali di spesa e di fornitura ben evidenziati.

Le novità più significative della riforma:

Chiarezza – Si dovrebbe ottenere una maggiore chiarezza in caso di eventuali ricalcoli, ovvero i conguagli, che avranno particolare evidenza in un apposito box in caso di modifiche dei consumi misurati, ad esempio per errori di fatturazione.

Semplificazione – La semplificazione riguarda in particolare i contenuti e i termini utilizzati nella bolletta sintetica, quella inviata a tutti, fondamentali per capire la spesa finale. “Servizi di vendita” diventerà “spesa per la materia energia/gas naturale”, “servizi di rete” diventerà “’spesa per il trasporto e gestione del contatore” e così via. Nella prima pagina della bolletta sarà indicato anche il costo medio unitario del kilowattora/standard metro cubo, come rapporto tra la spesa totale e i consumi fatturati.

Nuovi dettagli – Per approfondire le diverse voci di spesa si potrà far richiesta al proprio fornitore degli elementi di dettaglio, cioè delle pagine con la descrizione analitica delle componenti che determinano la spesa complessiva. Gli elementi di dettaglio saranno sempre forniti in caso di risposta ai reclami.

Modalità di invio – Per i Clienti in tutela sarà possibile scegliere il pagamento con domiciliazione su conto corrente bancario, postale o su carta di credito, con metodo principale di emissione quello digitale/elettronico, con la possibilità comunque di poter richiedere la forma cartacea. Chi non ha l’addebito automatico riceverà il tradizionale formato cartaceo, ma chiedendo quello elettronico si riceverà dall’operatore un piccolo sconto.

Mercato Libero – Un aspetto significativo della riforma è la maggiore flessibilità per il mercato libero, in modo da lasciare agli operatori la possibilità di sfruttare la bolletta come strumento di concorrenza, rispettando comunque le regole previste dall’Autorità in termini di trasparenza e contenuto minimo.

Servizi aggiuntivi – Ci sarà una Guida interattiva della bolletta che verrà resa disponibile online sul sito dell’Autorità, con la spiegazione di tutte le voci di spesa (per un cliente servito in tutela) anche in base ai termini utilizzati nel Glossario della Bolletta.

Per maggiori informazioni, puoi consultare la guida alla lettura della bolletta e le schede con i valori dei prezzi unitari pubblicati dall’AEEGSI, relativi al servizio di tutela gas.

Guida alla lettura Bolletta 2.0 – Servizio di tutela gas

Simple Share Buttons